Janssen festeggia 40 anni in Italia e lancia una web serie su innovazione e salute

4 maggio, 2016 nessun commento


Un fatturato cresciuto del 66% negli ultimi 9 anni, quasi un miliardo di euro di valore economico
prodotto e 2.300 posti di lavoro, di cui oltre 1.000 dipendenti. Sono i numeri che caratterizzano la Janssen e che verranno presentati in occasione di ‘Hi Future!’, evento con cui l’azienda farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson celebra i 40 anni in Italia. Quattro decenni di attività intensa con ricadute positive sul tessuto economico dell’intero Paese: nel 2014 infatti il contributo dato al PIL italiano è stato di 208 milioni di euro e, nello stesso anno, gli investimenti in Italia sono stati di 29,5 milioni, di cui 16,6 per l’ampliamento dell’impianto produttivo e 12,9 in attività di ricerca e sviluppo.

Una start up di 40 anni
Numeri che fanno di Janssen Italia, “una start up di 40 anni e 1.000 dipendenti”, come spiega Massimo Scaccabarozzi, presidente e amministratore delegato, “perché da quando siamo nati abbiamo portato innovazione in diverse aree terapeutiche, cambiando il corso di patologie ad alto impatto sociale come l’HIV, l’epatite, le malattie onco ematologiche e mentali. Oggi abbiamo 35 nuove molecole in sviluppo” e “8 farmaci dichiarati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come essenziali per l’umanità”. Mentre nei prossimi quattro anni verranno investiti 66 milioni di euro nella sede di Latina, polo tra i più avanzati al mondo.

Il progetto Hi Future!
Parole d’ordine della filosofia aziendale sono futuro, salute, innovazione, eccellenza e giovani. Proprio da qui nasce il progetto ‘Hi Future!’, in collaborazione con il format culturale di storytelling HITalk e il Roma Web Fest, il primo festival italiano dedicato alle web serie. Nella prima fase, che si svolgerà presso il Tempio di Adriano a Roma, il primo HITalk dedicato all’innovazione nelle scienze mediche e nella salute: 6 speaker avranno ognuno a disposizione 12 minuti per raccontare 6 storie. Successivamente, le idee nate dal confronto ispireranno la prima serie web dedicata a questo tema.

La nuova frontiera della fiction
Fiction di breve durata fruibili tramite internet, le web serie sono la nuova frontiera dello storytelling televisivo e cinematografico e hanno avuto una diffusione esponenziale negli ultimi anni. Da qui l’idea di premiare la migliore. “Sono il maggior strumento che abbiamo per raggiungere i giovani e per questo sono il miglior veicolo per parlare, con un linguaggio nuovo, di un tema così poco affrontato come quello dell’innovazione applicata alla salute”, spiega Janet De Nardis, direttore artistico del Roma Web Fest, il primo festival italiano dedicato alle web serie e terzo al mondo dopo Los Angeles e Marsiglia. “Le nuove generazioni, così come l’innovazione, sono il motore della nostra società.

Il progetto parte da questo binomio inscindibile”, spiega Massimo Scaccabarozzi. Aperto a tutto il mondo dei filmmaker e dei creativi, il bando pubblico (consultabile al sito www.romawebfest.it) prevede l’invio di un soggetto e la sceneggiatura. Tra tutte le opere pervenute verranno scelte 5 che saranno finanziate da Janssen, per la realizzazione delle puntate zero che verranno proiettate a settembre durante le giornate del Roma Web Fest. In quest’occasione, una giuria indipendente selezionerà la migliore, alla quale verrà assegnato il Premio che permetterà al vincitore di produrre l’intera serie.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*