Janssen: buone risposte anticorpali dal vaccino contro Ebola

Condividi:
Share

(Reuters) – Il regime vaccinale contro Ebola messo a punto da Janssen ha mostrato di indurre risposte di anticorpi naturali in adulti e bambini. A dichiararlo è stata ieri la stessa multinazionale americana, citando i dati di uno studio in fase avanzata pubblicati dalla rivista Lancet Infectious Diseases.

Il regime a due dosi è stato ben tollerato e ha indotto risposte anticorpali contro il virus Ebola della Repubblica Democratica del Congo 21 giorni dopo la seconda dose, nel 98% dei partecipanti. Il regime, noto come Zabden e Mvabea, ha generato risposte immunitarie che sono rimaste negli adulti per almeno due anni. Janssen ha aggiunto, inoltre, che non ci sono stati segnali preoccupanti relativamente alla sicurezza. La pharma americana ha suggerito, infine, che un richiamo somministrato due anni dopo la vaccinazione iniziale ha indotto una forte risposta immunitaria entro sette giorni.

Ebola uccide generalmente la metà di coloro che si sono infettati, sebbene i vaccini e i nuovi trattamenti si siano dimostrati altamente efficaci nel ridurre i tassi di mortalità. Lo scorso mese, l’OMS ha avvertito che, oltre alla pandemia di COVID-19, l’Africa occidentale sta affrontando nuovi focolai di febbri emorragiche virali Marburg ed Ebola, che rischiano di mettere a dura prova i sistemi sanitari mal attrezzati.

Il regime vaccinale di Janssen ha già ricevuto l’ok dall’Europa a luglio del 2020 e la pre-qualifica da parte dell’OMS ad aprile di quest’anno, che consente l’approvvigionamento di medicinali da parte dei paesi in via di sviluppo.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento