JAMA: negli USA aumentano i costi ospedalieri out of pocket

28 giugno, 2016 nessun commento


(Reuters Health) –  Negli Usa, tra il 2009 e il 2013, sono saliti i costi medi out-of-pocket per l’ospedalizzazione sono saliti, principalmente a causa delle franchigie assicurative sempre più costose. È quanto emerge da uno studio pubblicato da JAMA Internal Medicine. 

I ricercatori della Michigan Medical School di Ann Arbor hanno utilizzato i dati del 2009-2013 relativi a 7,3 milioni di ricoveri di adulti di età compresa tra i 18 e i 64 anni. I partecipanti allo studio erano tutti coperti da assicurazione.

I risultati dello studio
I costi medi out-of-pocket per il ricovero in ospedale sono passati dai 738 dollari del 2009 a 1.013 dollari del 2013. Le franchigie sono aumentate da una media di 145 dollari nel 2009 a 270 dollari nel 2013, e la co-assicurazione è cresciuta da 518 dollari a 688 dollari,

In un commento pubblicato con lo studio,  Mitchell H. Katz, vice direttore di JAMA Intenral Medicine, rileva che nel 2013 in media i costi out-of-pocket sono stati di 1.509 dollari per i pazienti ricoverati in ospedale con appendicite. “La gente non può fare nulla per prevenire l’appendicite e i pazienti non sono nella condizione ideale per contrattare il miglior prezzo per la cura quando hanno quel tipo di condizione acuta”, sottolinea Katz.
“Non ci sono risposte facili su come affrontare l’aumento del costo delle cure mediche, ma aumentando la spesa out-of-pocket per le cure necessarie e inevitabili è in contrasto con gli obiettivi di un sistema di assicurazione sanitaria”, conclude l’esperto.

Fonte: Reuters Health News

Kathryn Doyle

(Versione italiana per Daily Health News)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*