HIV: messo a punto test che utilizza chiave USB

11 novembre, 2016 nessun commento


(Reuters Health) – Alcuni scienziati britannici hanno sviluppato un tipo di test per l’HIV utilizzando che può analizzare velocemente e molto accuratamente la quantità di virus presente nel sangue di un paziente attraverso una penna USB. Il dispositivo, messo a punto da ricercatori dell’Imperial College London e dall’azienda statunitense DNA Electornics, utilizza una goccia di sangue per rilevare l’HIV e produce un segnale elettrico che può essere captato da un computer, laptop o dispositivo palmare.

I ricercatori affermano che la tecnologia, anche se ancora agli albori, potrebbe aiutare i pazienti a monitorare regolarmente il livello del virus, per una pratica clinica simile a quella dell’automonitoraggio della glicemia. Questo nuovo tipo di test potrebbe essere particolarmente utile in strutture remote per far sì che i pazienti con HIV gestiscano il loro trattamento più efficacemente. “Monitorare il carico virale è fondamentale per il successo di una terapia per l’HIV. Al momento, i test richiedono spesso un’apparecchiatura costosa e complessa che può necessitare di un paio di giorni per produrre un risultato”, ha affermato Graham Cooke, conduttore della ricerca presso il dipartimento di medicina dell’Imperial. “Abbiamo preso il lavoro svolto da questo apparecchio, delle dimensioni di una grande fotocopiatrice, e lo abbiamo rimpicciolito nel chip di una USB”. Il test, che si serve del chip di un telefonino, richiede che una goccia di sangue sia posta in un punto della penna USB. La presenza di HIV innesca un cambiamento nell’acidità, che il chip trasforma in un segnale elettrico. Esso viene inviato alla USB, che mostra il risultato su un computer o altro dispositivo elettronico.

Fonte: Reuters Health

(Versione italiana Daily Health industry)

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*