Healthcare provider cinese lancia IPO per la Borsa di Hong Kong

11 giugno, 2017 nessun commento


WuXi Biologics, un global healthcare provider di Shangai, va in Borsa e fissa il prezzo delle sue azioni a 20.60 HK dollars, per arrivare a una base di offerta pubblica pari 3,98 miliardi di HK$ (510 milioni di dollari statunitensi). La controllata WuXi AppTec prevede di vendere 193 milioni di azioni e fissa il prezzo delle azioni a 20.60 HK$, contro i 18.60 HK$ precedenti. Circa il 45,1% del denaro sarà utilizzato per rimborsare i prestiti bancari precedenti, mentre il 44,9% sarà utilizzato per espandere le operazioni, comprese le costruzioni e gli acquisti di attrezzature per un nuovo impianto di capacità di 30.000 litri a Wuxi, in Cina. L’inizio dei lavori è previsto per la fine di quest’anno. Una volta completato, diventerà il più grande impianto di produzione biologica a livello mondiale basato su un bioreattore, ha dichiarato l’azienda. Una parte di questo 44,9% sarà comunque destinato al suo sito di Shanghai. WuXi Biologics fornisce servizi per la scoperta, lo sviluppo e la produzione biologica. Negli ultimi anni è cresciuta esponenzialmente e il proprio capitale non è in grado di sostenere le spese per soddisfare la crescente domanda. Infatti, poiché la creazione di strutture conformi alle norme cGMP richiede solitamente un grande investimento di capitali ed elevati requisiti tecnici e regolamentari, i servizi di mantenimento sono costosi. Secondo il prospetto (PDF) presentato a Hong Kong Exchange, i ricavi della società nel 2014 sono stati di 332 milioni di yuan cinesi (48,9 milioni di dollari) con profitti netti di 42 milioni di yuan cinesi (6,2 milioni di dollari). Per i primi tre trimestri del 2016 i ricavi sono stati pari a circa 697 milioni di yuan cinesi (102,5 milioni di dollari) e gli utili netti sono più che triplicati superando i 136 milioni di yuan cinesi (20 milioni di dollari). AstraZeneca, Genentech e Johnson & Johnson di Roche sono tra i clienti della società. È molto probabile che la società continuerà a crescere visto che il mercato globale dei servizi di outsourcing biologici cresce. Il rapporto Frost & Sullivan prevede che le dimensioni di quel mercato passino da 8,4 miliardi di dollari nel 2016 a 20 miliardi di dollari nel 2021.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*