GSK: un nuovo bioreattore per il vaccino Shingrix

GSK: un nuovo bioreattore per il vaccino Shingrix
Condividi:
Share

(Reuters Health) – Grazie alla costruzione di un nuovo bioreattore – che dovrebbe essere pronto per il 2024 – GlaxoSmithKline aumenterà gradualmente la produzione di Shingrix, il vaccino contro l’herpes zoster, che sta arrivando al massimo della sostenibilità industriale.

L’azienda inglese aveva inizialmente previsto un lancio graduale negli USA del suo vaccino, ma la FDA ha inaspettatamente raccomandato Shingrix non solo per le persone che hanno raggiunto i 50 anni, ma anche per sostituire un altro prodotto.

Per questo, il complesso di bioreattori in Belgio, usato per la produzione degli antigeni che innescano la reazione immunitaria contro il virus dell’herpes zoster, sta raggiungendo i limiti di produzione e GSK ha avviato la costruzione di un nuovo bioreattore in un luogo sconosciuto.

GSK sta comunque lavorando ad altri progetti per aumentare la produzione del vaccino, con l’obiettivo di incrementare il numero di dosi di Shingrix già da quest’anno.

Con 7,55 milioni di dollari di vendite nel 2018, i vaccini rappresentano quasi un quinto delle vendite di tutta la produzione GSK. Le vendite di Shingrix, in particolare, sono più che raddoppiate, arrivando a 1,64 miliardi di dollari nei primi nove mesi dell’anno.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*