GSK: con scissione unità dei farmaci da banco, nuove sedi per le due società

Condividi:
Share

(Reuters) – GlaxoSmithKline ha presentato il progetto di una nuova sede da 164 milioni di dollari che ospiterà l’unità di farmaci di automedicazione derivante dalla scissione della società, prevista per il prossimo anno.

L’azienda inglese, nella sua più grande riorganizzazione degli ultimi venti anni, prevede di dar vita a una società quotata separatamente dall’unità dei farmaci da banco, una joint venture con Pfizer nota per marchi quali il dentifricio Sensodyne.

La sede della nuova attività, che comprenderà strutture di ricerca, sarà costruita a Weybridge, a sud-ovest di Londra, e ospiterà 1.400 dipendenti dalla fine del 2024. Nel frattempo, da quando la scissione sarà definitiva, il personale si trasferirà dall’attuale sede a Brentford, a ovest di Londra, a strutture temporanee a Weybridge, già sede di un centro di ricerca sulla salute orale di GSK.

Il resto del personale di GSK, che attualmente lavora a Brentford nei settori farmaceutico e dei vaccini, si trasferirà in un sito ancora da definire nella stessa area alla fine del 2023 o successivamente, con l’azienda inglese che afferma che “manterrà l’accesso ai principali hub scientifici e di innovazione del Regno Unito”. Ulteriori aggiornamenti arriveranno da GSK a metà del 2022.

GSK House, come è conosciuta la sede di Brentford, è stata costruita circa 20 anni fa dopo la fusione tra SmithKline Beecham e GlaxoWellcome nel 2000 e secondo un portavoce sarebbe troppo grande per ospitare solo una delle due unità. La quotazione dell’attività di farmaci da banco dell’azienda inglese porterà a un guadagno di circa 11 miliardi di dollari e altri benefici finanziari che andranno a sostenere lo sviluppo di nuovi farmaci.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento