GSK: nuovo studio real world promuove Relvar

8 maggio, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Per la secondo volta in uno studio clinico real world, Relvar, il nuovo prodotto di GlaxoSmithKline contro l’asma, si è dimostrato più efficace nel controllare i sintomi della patologia respiratoria rispetto allo standard di cura. A evidenziarlo è stata una sperimentazione eseguita a Salford, nel nord dell’Inghilterra, attraverso un questionario standardizzato compilato dai pazienti. Si tratta del secondo studio di questo tipo a un anno dalle prime evidenze. Il trial di riferimento è stato condotto questa volta su 4.233 pazienti, sempre tenuti in osservazione nella pratica clinica quotidiana. I due studi, infatti, hanno consentito alle persone in cura di portare avanti le loro abituali attività, senza troppe interferenze da parte dei ricercatori. Entrambe le sperimentazioni sono costate a GSK 103 milioni di dollari. A differenza di un normale trial clinico randomizzato, questi studi vogliono simulare il modo in cui i pazienti utilizzano effettivamente i medicinali, quando non sono tenuti sotto stretto controllo dai ricercatori. La vigilanza da parte di chi conduce lo studio, infatti, può influenzare il comportamento dei pazienti, almeno secondo il coordinatore della ricerca, Ashley Woodcock, professore di pneumologia all’University Hospital of South Manchester e all’Università di Manchester. L’esperto ha dichiarato che il controllo dell’asma è una sfida per i pazienti e gli operatori sanitari. “Nello studio su Relvar, i risultati sul paziente sono stati gli endpoint principali”, ha sottolineato Woodcock.

Nuovo blockbuster?

Secondo Eric Dube, responsabile dell’unità respiratoria di GSK, i pazienti che hanno iniziato la terapia con il nuovo farmaco hanno avuto il doppio delle probabilità di raggiungere un miglioramento nel controllo dell’asma rispetto a coloro che continuavano la terapia standard. La più grande azienda farmaceutica inglese punta molto su Relvar, approvato nel 2013, per difendere il suo mercato in ambito respiratorio dal momento che il suo blockbuster Advair, (in Italia Seretide) si trova a dover affrontare la minaccia dei generici. Il nuovo farmaco, che viene somministrato attraverso il dispositivo Ellipta e richiede una sola somministrazione quotidiana, è formato da un corticosteroide, che riduce l’infiammazione e da un broncodilatatore a lunga azione.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*