GSK: ancora scarse le scorte di Shingrix nel 2019

12 Dicembre, 2018 nessun commento


Condividi:
Share

Nonostante gli sforzi messi in atto, GlaxoSmithKline ha annunciato che, di fronte alla domanda “senza precedenti” per il vaccino contro l’herpes virus Shingrix, la disponibilità delle scorte continuerà a essere scarsa anche nel 2019.

Nei prossimi due o tre anni, la società vorrebbe incrementare significativamente le spedizioni per gli USA.

Ma per ora, l’inaspettata diffusione del vaccino negli Stati Uniti ha colto di sorpresa l’azienda inglese, costringendola a prendere provvedimenti come limitare gli ordini e ritardare la pubblicità in TV.

Limitazioni che potrebbero protrarsi per tutto il prossimo anno.

Il tempo di produzione del vaccino va dai sei ai nove mesi e il prodotto viene messo a punto in uno stabilimento in Belgio.

Shingrix ha avuto l’ok negli USA lo scorso autunno e ha superato le stime di vendita. A settembre, circa sette milioni di dosi erano già state somministrate.

Per il 2018, GSK prevede di realizzare entrate tra i 700 e i 750 milioni di dollari.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*