Gruppo Chiesi, trend positivo anche nel 2019

11 Luglio, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Il Gruppo Chiesi conferma il trend positivo nei primi sei mesi del 2019. Gli ultimi dati riportano che, nel primo semestre, il fatturato del Gruppo è cresciuto dell’11,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un totale di 956,8 milioni di euro.

Risultati che confermano una crescita significativa nel 2019, caratterizzato anche dall’ottenimento della Certificazione B Corp, che fa di Chiesi il primo gruppo farmaceutico globale ad aver ricevuto questo importante riconoscimento.

Il Gruppo Chiesi ha chiuso il 2018 in positivo, con un fatturato di 1.768 milioni di euro, pari a un incremento del 7,8% rispetto all’anno precedente (+4,8% a tassi di cambio costanti).

L’EBITDA è stato di 512,7 milioni di euro. Gli investimenti in Ricerca e Sviluppo hanno raggiunto 381,8 milioni di euro, pari al 21,6% delle vendite totali, posizionando il Gruppo al 13° posto per investimenti in R&S tra le aziende farmaceutiche in Europa.

Il Gruppo ha attualmente 47 progetti attivi in R&S e 54 studi clinici in corso. Il numero totale di dipendenti ha superato le 5.600 persone.

“In parallelo con il positivo trend di crescita, Chiesi sta portando avanti importanti investimenti”, commenta Ugo Di Francesco, CEO del Gruppo Chiesi,“Recentemente, ad esempio, la filiale francese del Gruppo ha annunciato la costruzione di un nuovo sito produttivo a La Chaussée-Saint-Victor (Loir-et-Cher), per un investimento totale di 50 milioni di euro. Ci aspettiamo che questo progetto porti ad un aumento dell’organico aziendale di ulteriori 50 dipendenti in Chiesi Francia, nella quale attualmente lavorano 330 persone”.

Ulteriori investimenti sono in corso anche sul territorio italiano. Con un investimento totale di oltre 50 milioni di euro, è in fase di costruzione, a Parma, il nuovo headquarter del Gruppo. L’edificio si estende su una superficie di 46.300 m2 e ospiterà circa 540 persone.

Il progetto è stato sviluppato secondo tre pilastri: una nuova visione del luogo di lavoro, con spazi condivisi e che si adattano alle attività svolte, con l’obiettivo di favorire e ottimizzare il lavoro di team; una valorizzazione degli spazi collettivi per promuovere la socialità e il benessere delle persone; e infine una particolare attenzione è stata rivolta agli aspetti di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica. Il nuovo edificio dovrebbe essere completato nel 2020.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*