Giro d’orizzonte: la settimana nel mondo farmaceutico

8 aprile, 2016 nessun commento


Pfizer è entrata alla lista degli investor dell’azienda israeliana Metabomed, che già comprendeva Merck KGaA e Boehringer Ingelheim. Il capitale raccolto da Metabomed  arriva così a quota 18 miliardi di dollari, che verranno impiegati per la ricerca di farmaci antitumorali dell’area gastrointestinale.

Intanto in Svizzera, Anergis è riuscita a raccogliere nuovi finanziamenti per il trial di fase IIb . Anergis è tornata dagli investitori per ottenere un’altra tranche di denaro destinata finanziare lo sviluppo clinico del suo prodotto contro l’allergia al polline di betulla.

Pfizer è entrata alla lista degli investor dell’azienda israeliana Metabomed , che comprende  Merck KGaA e Boehringer Ingelheim . Il capitale raccolto da Metabomed  arrivano così a quota 18 miliardi di dollari, che verranno impiegati per la ricerca di farmaci antitumorali dell’area gastrointestinale.

Intanto in Svizzera, Anergis è tornata dagli investitori per ottenere un’altra tranche di denaro da destinare allo sviluppo clinico di un suo prodotto contro l’allergia al polline di betulla. L’estensione porta ad un totale di 30 milioni di franchi svizzeri raccolti (31 milioni di dollari). Lo studio di fase IIb partirà in autunno con 450 pazienti arruolati.

Amryt Pharmaceuticals, azienda del Regno Unito specializzata in malattie rare, ha ottenuto 14 milioni di dollari grazie ad una fusione che coinvolge Fastnet Equity Fastnet, una company impegnata nel business del petrolio e del gas. Di fronte alle turbolenze nel settore petrolifero, la company ha deciso lo scorso anno di guardare al settore farmaceutico. La Amryt Pharmaceuticals impiegherà il capitale raccolto per eseguire uno studio di Fase III su una molecola per la patologia ereditaria della pelle nota come epidermolisi bollosa.

AB Science ha fatto centro con i risultati positivi del suo trial di fase II/III  di  masitinib su pazienti con sclerosi laterale amiotrofica. I risultati del trial hanno fatto salire del 40% le azioni dell’azienda.

Infine, l’azienda tedesca biotech MorphoSys ha avviato un’azione legale contro Genmab (Danimarca) e Janssen Biotech di Johnson & Johnson per la commercializzazione di Darzalex (daratumumab), farmaco impiegato contro il mieloma multiplo. MorphoSys sostiene che il farmaco violi il suo brevetto che copre gli anticorpi  anti CD38.

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*