Gilead, azioni in calo dopo il Q4. Acquisti per invertire la tendenza?

7 febbraio, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Con il calo delle vendite del farmaco per l’epatite C Solvadi, il valore delle azioni di Gilead continua a scendere. Attualmente le azioni dell’azienda biotech americana valgono 72 dollari, il 40% in meno rispetto ai record di metà 2015. Inoltre, il rapporto prezzo/utile sarebbe inferiore a sette, mentre le altre grandi aziende farmaceutiche e biotech americane hanno un rapporto superiore a dieci. Ma qualche investitore vede un’opportunità in queste quote a livelli così bassi. La relazione sul quarto trimestre di Gilead darà una possibilità all’azienda biotech americana di cambiare le prospettive di Wall Street. Anche se le vendite di Solvadi sono scese del 19% a 11,6 miliardi di dollari nei primi nove mesi del 2016, dopo che l’ondata iniziale dei pazienti è stata trattata e si è fatta avanti la concorrenza. I farmaci di Gilead per l’epatite C, Solvadi e Harvoni, hanno rivoluzionato il trattamento di questa infezione del fegato. Le vendite dell’azienda biotech americana sono così triplicate a quasi 33 miliardi di dollari tra il 2013 e il 2015. Per lo stesso motivo, le azioni di Gilead sono salite da 20 a 120 dollari a partire dalla fine del 2011 fino a giugno del 2015. Ma l’incertezza nel mercato dei farmaci contro l’epatite C ha determinato una battuta d’arresto per Gilead. Così gli analisti si aspettano una riduzione dei profitti di circa il 7% nel 2017 e del 4% nel 2018, almeno secondo i dati di Thomson Reuters. Molti investitori sperano dunque che Gilead faccia qualche operazione di M&A per invertire la tendenza.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health News)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*