Genentech sceglie il gaming per parlare di genetica dei tumori

24 Giugno, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Genentech si rivolge al pubblico e ai pazienti con un videogioco che ha per protagoniste le cellule tumorali. Tumor Quest vuole fare awareness sulle tipologie tumorali e sui test basati sui biomarcatori.

Il gioco inizia con un breve video introduttivo sui profili e sui test genomici; i giocatori possono scegliere tra tre percorsi diversi: aspecifici, specifici per il tumore o indipendenti dal tumore, per cercare di eliminare le cellule cancerose.

Tumor Quest utilizza il sistema di gioco “Bejeweled”; i giocatori allineano tre o più mutazioni associate a diversi tipi di tumore. Ad esempio, in caso di tumore sconosciuto, un giocatore guadagna punti abbinando colon, polmone e pancreas in base alla stessa mutazione.

Genentech ha lanciato il gioco sul suo sito gene.com all’inizio di questo mese.

L’azienda lo ha promosso su Twitter (@genentech), lo ha condiviso su Facebook e LinkedIn e lo ha inviato ai principali influencer della community.

“Visto che la medicina personalizzata è un argomento estremamente complesso, lo abbiamo ricondotto ai suoi concetti più basilari per sperare che sia facile capire come possiamo personalizzare i trattamenti sulla base della biologia unica e personale di una forma tumorale maligna. Abbiamo usato una piattaforma di gioco che sembrerà familiare e intuitiva per la maggior parte dei giocatori”, ha detto Josh Baldwin, direttore della strategia, dei sistemi digitali e delle relazioni aziendali di Genentech.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*