Farmaci: “ombre cinesi” sui generici tedeschi

14 marzo, 2017 nessun commento


Aumentano le manifestazioni di interesse nei confronti di Stada, azienda tedesca specializzata in farmaci generici. A poco più di due settimane dalla prima offerta vincolante per la casa farmaceutica, avanzata dalla società di Private Equity  Advent International, altri players si sono buttati nella mischia. CVC Capital Partners, che già lo scorso anno aveva aiutato l’azienda, sarebbe pronta a ripresentarsi con un secondo tentativo, questa volta insieme a una casa farmaceutica cinese, la Fosun Pharmaceuticals. Anche se quest’ultima, che sta cercando di proseguire il suo progetto di espansione globale dopo l’acquisto dell’indiana Gland Pharma lo scorso anno, potrebbe decidere di andare all’accordo da sola. Ma CVC starebbe parlando anche con un’altra società cinese, la Shangai Pharmaceuticals Holding. Una decisione sarebbe comunque attesa per questa settimana.Advent International potrebbe però anche unirsi a Permira. Inoltre, GIC, di Singapore, sarebbe interessata a fare un’offerta insieme ad Advent. Mentre Bain Capital sarebbe in trattative con Cinven, di Londra. E resta da vedere cosa faranno le grandi aziende farmaceutiche occidentali. Secondo gli analisti, Mylan potrebbe essere interessata e Merck starebbe lavorando con Credit Suisse a un’offerta. Chiunque sia interessato, comunque, dovrà probabilmente andare oltre i 3,6 miliardi di euro

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*