Eli Lilly, un’acquisizione a trimestre nel 2020

Eli Lilly, un’acquisizione a trimestre nel 2020
Condividi:
Share

(Reuters Health) – Eli Lilly è pronta ad annunciare un affare da uno a cinque miliardi di dollari ogni trimestre per tutto il 2020. A dichiararlo è stato il Chief Financial Officer dell’azienda americana, John Smiley, a margine della J. P. Morgan Healthcare Conference di San Francisco. Con questa strategia, l’azienda vuole costruire la pipeline futura.

In particolare, Eli Lilly si concentrerà sulle opportunità nelle aree terapeutiche chiave, tra cui oncologia, dolore, immunologia e neurologia. Negli ultimi anni, l’azienda americana ha tentato di espandersi per aumentare prodotti e vendite nelle aree principali di suo interesse, dal momento che i suoi farmaci di successo più datati, come Humalog per il diabete, si sono trovati di fronte alla concorrenza dei generici e alle pressioni sui prezzi.

La scorsa settimana, Eli Lilly ha annunciato un accordo da 1,1 miliardi di dollari per l’acquisto di Dermira, che si occupa di prodotti dermatologici. Con l’operazione, la pharma USA metterà le mani su un trattamento in sperimentazione in fase avanzata contro la dermatite atopica, nonché un ‘panno’ medicato già in commercio contro l’eccessiva sudorazione delle ascelle.

Già nel 2018 e nel 2019 Eli Lilly aveva annunciato diversi accordi con aziende oncologiche, tra cui l’acquisizione da 8 miliardi di dollari di Loxo Oncology. E nel 2018, la FDA ha dato l’ok a Vitrakvi, un antitumorale di Loxo che tratta un’ampia varietà di tumori dovuti a una rara mutazione genetica.

In una presentazione agli investitori questa settimana, comunque, il CEO di Eli Lilly, David Ricks, ha affermato che l’obiettivo principale restano accordi di licenza e acquisizioni per puntare a prodotti nelle prime fasi di sviluppo.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*