Eli Lilly, Q3 in chiaroscuro

Eli Lilly, Q3 in chiaroscuro
Condividi:
Share

(Reuters Health) – Nel Q3 Lilly ha puntato su nuovi farmaci come Trulicity e Taltz per far fronte alla concorrenza nei confronti di Cialis e di altri farmaci più vecchi.

Le vendite di Trulicity sono aumentate del 24% attestandosi a 1,01 miliardi di dollari, cifra inferiore alle aspettative di Wall Street (1,08 miliardi di dollari), secondo i dati di Refinitive.

L’analista di Citi, Andrew Baum, ha detto che le vendite di Trulicity sono state probabilmente danneggiate dagli sforzi che l’azienda ha messo in atto per difendere la sua quota di mercato dall’offensiva di Novo Nordisk.

Le vendite di Taltz sono aumentate di quasi il 29% attestandosi a 340 milioni di dollari, cifra comunque sotto le stime degli analisti (395,7 milioni di dolari).

Le entrate complessive sono cresciute del 3,2% (5,48 miliardi di dollari), poco sotto le aspettative ($ 5,50 miliardi).

Lilly ha comunque aumentato i guadagni, che sono passati da 5,67 a 5,77 dollari per azione, dopo aver riportato utili superiori alle aspettative.

Aiutata da una riduzione delle imposte, la pharma di Indianapolis ha registrato un utile rettificato per il trimestre di 1,48 dollari per azione, superando le stime di Wall Street di 7 centesimi.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*