Diabete: Qtern (AstraZeneca), riscatto in Europa

21 luglio, 2016 nessun commento


La Commissione europea ha approvato Qtern (AstraZeneca), un abbinamento di saxagliptin e dapagliflozin – approvati singolarmente come Onglyza e Farxiga – come trattamento per il diabete di tipo 2. L’ok è stato dato sulla base dei risultati di tre trial che hanno abbinato il farmaco con metformina, inclusi due che hanno mostrato come il cocktail abbia battuto il placebo nel ridurre l’HbA1c.
Ora AstraZeneca può mettersi al lavoro per costruire la quota di mercato per la nuova molecola, che combina un farmaco DPP-4 (Onglyza) con un SGLT2 (Farxiga). Dovrà agire rapidamente per marcare il territorio, prima che Eli Lilly e Boehringer Ingelheim lancino Glyxambi, che abbina il SGLT2 Jardiance con il DPP-4 Tradjenta.

First-to-market
Essere first-to-market nell’Unione europea potrebbe rappresentare un vantaggio per la casa farmaceutica britannica e per Qtern, soprattutto perché questo non è ancora in grado di competere con Glyxambi al di fuori degli USA, dove il suo competitor ha ottenuto il via libera lo scorso febbraio.
Questo non significa che AstraZeneca non ci abbia provato. Ma lo scorso ottobre, la FDA ha rigettato la combinazione DPP-4/SGLT2 con un ritardo costoso. L’agenzia non solo ha respinto la domanda di approvazione, ma ha anche chiesto ulteriori dati clinici, potenzialmente anche da nuovi studi. Allora, alcuni analisti avevano predetto un ritardo del lancio fino a due anni.
AstraZeneca ha bisogno sia di Farxiga sia di Qtern per raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi di vendita per la sua unità sul diabete. Nel 2014, l’azienda ha previsto che avrebbe raccolto 8 miliardi di dollari entro il 2023, e Qtern potrebbe generare 3 miliardi di dollari al suo apice di vendita.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*