Diabete: con nuove linee guida Jardiance (Eli Lilly) al top

12 dicembre, 2016 nessun commento


(Reuters Health) – Due importanti società scientifiche statunitensi – l’American Diabetes Association e l’American Association of Clinical Endocrinologists –  pubblicheranno, nelle prossime settimane, le nuove linee guida sul trattamento del diabete. Queste nuove indicazioni fanno seguito alla decisione dalle autorità regolatorie degli Stati Uniti di espandere i benefici per la salute di empagliflozin (Jardiance, Eli Lilly),  includendo questa terapia nella prevenzione di un attacco di cuore fatale e di ictus nella popolazione dei diabetici di tipo 2. Le azioni di Lilly sono cresciute del 3%.

Lo scenario
Ashtyn Evans, analista della società di investimento Edward Jones, prevede che le vendite annuali di Jardiance si avvicineranno ai 4 miliardi di dollari entro l’inizio del 2020, rispetto agli attuali 200 milioni di dollari, da dividere con il partner Boehringer Ingelheim. Evans prevede che i medici dovrebbero ora preferire Jardiance per i nuovi pazienti rispetto ad altri inibitori SGLT-2, tra cui Invokana (canagliflozin) di Johnson & Johnson e Farxiga (dapagliflozin) di AstraZeneca, almeno fino a quando questi non avranno completato i propri studi sulla cardioprotezione (i risultati sono previsti nei prossimi due anni). L’American Diabetes Association prevede di pubblicare le sue linee guida il prossimo 15 dicembre, mentre l’associazione dei endocrinologi emetterà le sue linee guida aggiornate nel mese di gennaio. Anche queste citeranno i positivi effetti cardiovascolari di Jardiance, anticipa Alan Garber, professore di medicina al Baylor College of Medicine che è stato anche presidente del gruppo.
Jardiance è stato approvato dalle autorità di regolamentazione due anni fa. I dati di protezione del cuore sono stati rilasciati in seguito. La metformina dovrebbe rimanere la prima opzione di trattamento per le persone con diabete di tipo 2, ma le linee guida potrebbero rendere Jardiance un’opzione secondaria preferita, secondo i medici e gli analisti.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health News)

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*