COVID-19, USA: Biden spinge su obbligo vaccinale per lavoratori aziende

Condividi:
Share

(Reuters) – Il presidente USA Joe Biden ha incontrato i CEO e gli altri manager delle più importanti aziende americane – Walt Disney, Microsoft e Walgreens Boots Alliance –   per chiedere di rendere obbligatoria la vaccinazione contro il COVID-19 per i lavoratori, mentre gli Stati Uniti stanno affrontando un’ondata di infezioni che si sta diffondendo soprattutto tra i non vaccinati.

La scorsa settimana Biden ha annunciato l’obbligo di vaccinazione per quasi tutti i dipendenti federali, i lavoratori federali a contratto e le aziende più grandi, con gli USA che vedono aumentare il numero di infezioni, riempirsi di nuovo i letti degli ospedali, almeno in alcune parti del paese, e con l’uso delle mascherine che è tornato obbligatorio. Dopo mesi di tentativi nel convincere gli americani a farsi vaccinare gratuitamente, la Casa Bianca sta spingendo sull’acceleratore per adottare gli obblighi vaccinali.

Alcuni stati a guida repubblicana e una considerevole minoranza di americani sfidano le raccomandazioni sui vaccini citando fattori economici o di libertà di scelta. Con solo il 63% della popolazione che ha ricevuto almeno una dose, il tasso di vaccinazioni negli USA è indietro rispetto alla tabella di marcia, anche se i sondaggi mostrano che la maggioranza degli americani sostiene una qualche forma di obbligo vaccinale.

Biden ne è consapevole e ha dichiarato ai giornalisti di avere “un sostegno positivo sull’obbligo, in generale”. I provvedimenti annunciati la scorsa settimana richiedono che quasi tutti i lavoratori federali e chi lavora a contratto si sottopongano a vaccinazione e spingono le grandi aziende a fare lo stesso con i loro lavoratori o a farli testare settimanalmente. Le nuove misure si applicherebbero alle imprese con più di 100 dipendenti, circa i due terzi di tutti i lavoratori americani.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento