COVID-19, OMS: no all’uso della certificazione vaccinale per viaggi internazionali

Condividi:
Share

(Reuters) – Il Comitato per le Emergenze dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha ribadito il suo no alla richiesta di comprovata vaccinazione per viaggiare a livello internazionale. L’annuncio arriva nel mezzo di un crescente dibattito sul blocco dell’ingresso dei viaggiatori non vaccinati.

Secondo gli esperti indipendenti, infatti, le vaccinazioni non dovrebbero essere l’unica condizione consentita per i viaggi internazionali, dal momento che l’accesso alla vaccinazione a livello globale è limitato e c’è un’iniqua distribuzione delle dosi di vaccini contro il COVID-19.

Gli esperti avevano precedentemente affermato che richiedere la prova della vaccinazione aggrava disuguaglianze anche a livello di libertà di movimento. I paesi più poveri potrebbero essere esclusi, se queste misure restrittive fossero messe in atto.

Nel frattempo, l’Unione Europea, all’inizio di questo mese, ha lanciato il suo sistema di certificazione digitale COVID approntato per consentire ai cittadini di viaggiare più liberamente all’interno del blocco dei 27 e aprire al turismo estivo.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health industry)

Notizie correlate

Lascia un commento