COVID-19, AstraZeneca: terapia con anticorpo non riduce malattia nei pazienti esposti al virus

Condividi:
Share

(Reuters) – Il trattamento con anticorpo monoclonale AZD7442 di AstraZeneca non sarebbe in grado di prevenire il COVID-19 sintomatico nelle persone esposte al virus SARS-CoV-2. A dichiararlo è stata la stessa azienda anglo-svedese. I partecipanti allo studio erano adulti non vaccinati di età superiore ai 18 anni con una esposizione confermata a una persona infettata dal coronavirus negli otto giorni precedenti il trattamento.

La terapia ha ridotto il rischio di COVID-19 sintomatico del 33% rispetto al placebo, un dato che non è risultato statisticamente significativo. “Anche se questo studio non ha raggiunto l’endpoint primario rispetto alla malattia sintomatica, siamo incoraggiati dalla protezione osservata nei partecipanti negativi a un test molecolare dopo il trattamento con AZD7442”, ha dichiarato in una nota Mene Pangalos, vicepresidente esecutivo di AstraZeneca. L’azienda sta studiando anche il trattamento in un trial su pazienti pre-esposti e nella prevenzione di una forma di COVID-19 più grave.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento