COVID-19: l’OMS raccomanda i farmaci di Eli Lilly e GSK-Vir

Condividi:
Share

(Reuters) – Un panel dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha raccomandato l’uso di due farmaci anti COVID-19 di Eli Lilly e di GlaxoSmithKline/Vir Biotechnology. Aumentano così le opzioni di trattamento contro il coronavirus anche perché la variante Omicron, che si diffonde rapidamente, ha reso inefficaci molti farmaci.

Omicron, che sta eludendo la protezione fornita da vaccini e terapie, è stata identificata in 149 paesi. La nuova linea virale sta rapidamente sostituendo Delta come variante dominante in diverse nazioni e costringe i governi e gli scienziati a rafforzare le difese con test, vaccini e terapie antivirali.

Il panel ha quindi fortemente raccomandato baricitinib di Lilly, venduto con il marchio Olumiant, da somministrare in combinazione con corticosteroidi ai pazienti con COVID-19 grave. Ha anche approvato in modo condizionato la terapia con anticorpi di GSK-Vir per i pazienti non gravi a maggior rischio di ricovero.

A oggi la terapia con anticorpi monoclonali di GSK-Vir è l’unica che ha mostrato efficacia contro Omicron nei test di laboratorio. Altri trattamenti simili di Eli Lilly e Regeneron Pharmaceuticals hanno invece offerto una protezione inferiore.

Secondo gli esperti dell’OMS l’efficacia contro le nuove varianti come Omicron dei trattamenti con anticorpi monoclonali è ancora incerta.  Le linee guida dell’OMS, pubblicate dal British Medical Journal, evidenziano che baricitinib migliora il tasso di sopravvivenza e riduce la necessità di ventilazione, senza nessun aumento degli effetti avversi.

Fonte: Reuters
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento