Cina: forti sconti dalle big pharma per accedere a rimborsabilità

2 Dicembre, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

(Reuters Health) – Garantendo tagli fino al 61% del prezzo, alcune tra le più grandi aziende farmaceutiche al mondo, tra cui Roche e Novartis, sono riuscite a far rientrare i loro medicinali nell’elenco nazionale dei piani di rimborso in Cina. Entrando in questi elenchi, le pharma hanno la possibilità di raggiungere anche le città cinesi più piccole e più povere

Nell’elenco sono entrati 70 nuovi farmaci come il trattamento per il cancro del seno pertuzumab, di Roche, venduto con il nome commerciale di Perjeta, e il trattamento per la dermatite di Novartis omalizumab, noto come Xolair, secondo quando dichiarato dal National Heathcare Security Administration (NHSA) sul suo sito web alla fine della settimana scorsa.

Quasi tutti i farmaci importati aggiunti nell’ultimo aggiornamento dell’elenco avevano i prezzi più bassi a livello mondiale, ha sottolineato la NHSA. I farmaci per tumore e diabete, in particolare, hanno visto un taglio medio del costo di circa il 65%. Tra gli altri medicinali inclusi c’è Humira di Abbvie.

Nell’elenco sono entrati anche l’antitumorale Tyvyt, o sintilimab, co-sviluppato dall’azienda cinese Innovent Biologics ed Eli Lilly. Il trattamento è considerato un inibitore di checkpoint, anti PD-1/PD-L1.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*