Chiesi, prima farmaceutica italiana nel ranking della R&D europea

20 dicembre, 2017 nessun commento


Buone notizie per la farmaceutica italiana. Nel ranking della Commissione Europea che monitora gli investimenti in ricerca e sviluppo delle aziende del Vecchio Continente, Chiesi Farmaceutici si attesta all’86 posto, prima fra le farmaceutiche italiane, seconda tra le manifatturiere, quinta tra tutte le aziende del nostro Paese. Il ranking è stato realizzato dal Joint Research Centre della Commissione Europea. La classifica ha tenuto conto dei dati di investimento in Ricerca e Sviluppo di oltre 2.500 aziende a livello globale nel periodo 2016/2017, utilizzando come fonte di riferimento i Report Annuali, inserendone 1.000 nel ranking. Gli investimenti in Ricerca e Sviluppo realizzati da Chiesi Farmaceutici nel 2016/2017 hanno superato i 340 milioni di euro, con una crescita del 12,6%  rispetto all’anno precedente. Un risultato significativo se si considera che la media degli investimenti in R&S delle aziende in tutti i settori nel 2016/2017 si è attestato al 5,8%. “Il Gruppo Chiesi continua a credere nel valore dell’innovazione attraverso le attività di Ricerca e Sviluppo come pilastro imprescindibile per lo sviluppo del settore e la crescita economica del Paese nel suo complesso”, afferma Ugo Di Francesco, CEO del Gruppo Chiesi. “Ci adoperiamo da sempre sul fronte della ricerca interna, che ha permesso di raggiungere importanti successi concretizzati in una pipeline innovativa che ha arricchito l’offerta terapeutica del Gruppo nell’ambito delle patologie respiratorie. Ci auguriamo che anche le Istituzioni possano supportare realtà come la nostra che, nonostante le difficoltà affrontate dal settore farmaceutico, continua a investire in Ricerca e Sviluppo per generare un ritorno positivo a lungo termine”. Completano top five del pharma/medical device italiano Recordati (278 posto), Diasorin (482 posto), Kedrion (512 posto), Newron Pharma (788 posto)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*