Ce, accordo con Moderna per la fornitura di 160 mln di dosi del vaccino COVID

Condividi:
Share

La presidente della commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato la stipula di un nuovo contratto con Moderna per la fornitura di 160 milioni di dosi del candidato vaccino COVID, che potrebbe ricevere l’approvazione da parte della FDA il prossimo 11 dicembre.

Si tratta del sesto contratto per la fornitura di vaccini in Europa, dopo quelli firmati con AstraZeneca (per 400 mln di dosi), Sanofi-Gsk (300 mln), Johnson & Johnson (fino a 400 mln), BioNTech-Pfizer (fino a 300 mln) e CureVac (fino a 405 mln).

L’Europa sta lavorando anche ad un settimo contratto. “Stiamo costruendo uno dei più completi portafogli di vaccini per il Covid-19 al mondo”, ha detto von der Leyen.

A livello mondiale la corsa ai vaccini si fa sempre più serrata. L’ultimo annuncio riguarda il vaccino russo Sputnik V che, ha reso noto l’istituto di ricerca Gamaleya, ha un’efficacia “superiore al 95%”.

Sul fronte italiano, fa significativi passi avanti il vaccino della biotech ReiThera in collaborazione con l’Istituto Spallanzani: è ben tollerato e induce risposta immunitaria nei soggetti sani di eta’ compresa tra i 18 e i 55 anni. La Fase 1 avanza ora nei soggetti di età compresa tra i 65 e gli 85 anni. L’arruolamento dei volontari più anziani sta procedendo e l’azienda prevede di comunicare entro la fine dell’anno i primi risultati dello studio.

Notizie correlate

Lascia un commento