Bristol-Myers-Celgene verso la cessione di Apremilast

25 Giugno, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

(Reuters Health) –Bristol-Myers Squibb sta pensando di cedere Apremilast, il farmaco per la psoriasi di Celgene, per contenere le preoccupazioni sollevate dai regolatori antitrust statunitensi.

Ha quindi posticipato la chiusura dell’accordo da 74 miliardi di dollari con Celgene. Una mossa che ha fatto scendere le azioni di Bristol quasi del 7%, e le azioni di Celgene quasi del 5%.

Il farmaco per la psoriasi, che ha prodotto entrate per circa 1,61 miliardi di dollari l’anno, vale attualmente circa 9,3 miliardi di dollari, secondo un calcolo del valore attuale netto di Vamil Divan, Senior Research Analyst del Credit Suisse.

“Sarà importante capire cosa BMS potrà ottenere per l’asset. Crediamo che i venditori siano spesso in svantaggio quando i potenziali acquirenti sanno che hanno bisogno di cedere un determinato asset, ma ci sono molte aziende con farmaci nell’area dermatologica che potrebbero fare un’offerta”, ha spiegato Divan.

BMS ha annunciato di voler acquistare Celgene in un accordo cash and stock all’inizio di gennaio per riunire le società specializzate in oncologia e farmaci cardiovascolari nella più grande fusione dell’industria farmaceutica di sempre. Aveva programmato di chiudere l’accordo durante il terzo trimestre. Adesso ci si aspetta che la fusione si concluda entro la fine del 2019 o all’inizio del 2020.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Quotidiano Sanità/Popular Science)

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*