Brevetti: Teva e Lilly si scontrano sull’emicrania

3 novembre, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Teva e Lilly davanti al giudice per il farmaco contro l’emicrania galcanezumab. Nel procedimento depositato presso il Tribunale Federale di Boston, Teva ha dichiarato che il farmaco realizzato da Lilly violerebbe cinque brevetti che coprono quello della casa farmaceutica israeliana, per il quakle è stata richiesta l’approvazione della U.S. Food and Drug Administration lo scorso 16 ottobre. Teva sostiene che Lilly fosse a conoscenza dei brevetti che coprono il suo farmaco, fremanezumab, ma ciononostante ha cercato di lanciare galcanezumab non appena ricevuta l’approvazione di FDA. La pharma israeliana richiede un’ingiunzione che impedisca a Lilly di produrre o vendere il farmaco. Lilly , dal canto suo, ha confermato di aver presentato a FDA la richiesta di commercializzazione di galcanezumab.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*