Bourla (CEO Pfizer): a marzo possibile lancio vaccino contro Omicron

Condividi:
Share

(Reuters) – Secondo il CEO di Pfizer, Albert Bourla – che è intervenuto lunedì 10 gennaio alla conferenza annuale sui temi sanitari di J. P. Morgan – è probabile che sarà necessario un vaccino contro il COVID-19 che prenda di mira, in modo specifico, la variante Omicron. E l’azienda americana potrebbe metterlo a punto per il lancio a marzo.

Pfizer e BioNTech stanno lavorando a una versione del vaccino che includerebbe sia il prodotto usato finora, sia uno mirato alla variante a rapida diffusione. Secondo Bourla, Pfizer ha ormai capacità talmente elevate di produzione che non sarà un problema passare immediatamente al nuovo prodotto.

Inoltre, la vaccinazione contro il COVID-19 potrebbe diventare un’esigenza annuale per la maggior parte delle persone, ha spiegato Bourla, e alcuni gruppi ad alto rischio potrebbero dover ricevere il vaccino anche più spesso.

L’azienda americana ha annunciato tre accordi per ampliare l’uso della tecnologia a base di RNA messaggero (mRNA) su cui si basa il prodotto contro il COVID-19, incluso un patto del valore dei 1,35 miliardi di dollari con la biotech specializzata in editing genetico Beam Therapeutics. La big pharma statunitense collaborerà con Codex DNA per sfruttare la tecnologia della biotech che potrebbe consentire uno sviluppo più efficiente di vaccini, terapie e altri prodotti biofarmaceutici a base di mRNA.

Infine, la terza partnership è stata stretta con Acuitas Therapeutics e si concentrerà sullo sviluppo della tecnologia delle nanoparticelle lipidiche dell’azienda canadese, per lo sviluppo di vaccini o terapie.

Fonte: Reuters
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento