Boston Pharmaceuticals: al via studio su candidato carcinoma mammario triplo negativo

8 Ottobre, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

I farmaci chemioterapici come paclitaxel rappresentano lo standard di cura contro il carcinoma mammario triplo negativo, ma alcune cellule tumorali non rispondono al farmaco, facendo diventare i pazienti resistenti al trattamento. Gli scienziati dell’Institute of Cancer Research (ICR) di Londra affermano di aver trovato un modo per prevenire l’insorgere di tale resistenza.

Le cellule tumorali crescono dividendosi rapidamente, ma se si dividono troppo velocemente si possono manifestare errori nel DNA e, in particolare, viene ad alterarsi il numero di cromosomi. Questi errori finiscono per uccidere le cellule tumorali stesse.

Il team ICR ha usato un candidato di Boston Pharmaceuticals, BOS172722, per causare una divisione molto rapida delle cellule tumorali. Quando combinato con paclitaxel in colture di laboratorio, tutte le cellule tumorali sono morte, mentre il 40% di quelle trattate con la sola chemio è sopravvissuto.

Il trattamento combinato è stato efficace anche nei modelli murini di carcinoma mammario triplo negativo, come riferiscono i ricercatori nel loro lavoro pubblicato dalla rivista Molecular Cancer Therapeutics.

È iniziato il reclutamento di pazienti nel Regno Unito per uno studio di fase 1 che testa il trattamento combinato in pazienti con tumori solidi.

BOS172722, come scoperto all’ICR, agisce bloccando MPS1, una proteina chinasi che aiuta a organizzare e distribuire i cromosomi durante la divisione cellulare. Senza MPS1, la divisione cellulare è fuori controllo. In effetti, i ricercatori dell’ICR hanno osservato che il blocco dell’MPS1 riduce il tempo necessario alle cellule per dividersi dai 110 minuti con solo paclitaxel a 15 minuti con la combinazione BOS172722.

Quindi, il farmaco “usa la rapida crescita del cancro contro se esso, forzando le cellule a dividersi così velocemente da accumulare errori fatali”, ha affermato Spiros Linardopoulos, professore di biologia e di terapia oncologica. “Fondamentalmente, si prevede che la combinazione sarà efficace nei pazienti oncologici che sono già diventati resistenti alla sola chemioterapia”.

Il team ICR ha testato il trattamento combinato in tre modelli murini di carcinoma mammario triplo negativo, incluso uno in cui il tumore si era diffuso principalmente ai polmoni. BOS172722 è stato ben tollerato in combinazione con paclitaxel, hanno riferito gli scienziati, e la combinazione ha prodotto un beneficio significativo nella riduzione del tumore e nella sopravvivenza a tre mesi.

Boston Pharmaceuticals è stata lanciata nel 2015 da Gurnet Point Capital del veterano farmaceutico Chris Viehbacher che ha investito 600 milioni  di dollari nella startup. Da allora, ha raccolto diversi farmaci nella fase iniziale.

BOS172722 è uno dei due farmaci oncologici nella pipeline di Boston Pharmaceuticals che ora comprende nove programmi di stadio clinico e sei farmaci in fase preclinica.

.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*