Boehringer Ingelheim, venti anni di meloxicam

11 Aprile, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Quest’anno Boehringer Ingelheim celebra i 20 anni di meloxicam per i bovini, il farmaco che ha migliorato la vita di milioni di animali in tutto il mondo.

Meloxicam è stato inizialmente approvato per l’uso nei cani e, successivamente, è stata provata la sua efficacia come terapia di molte affezioni infiammatorie e dolorose anche in altre specie animali, quali il porcellino d’india, il suino, il cavallo e l’ovino. Oggi meloxicam è il farmaco leader nel mondo come antinfiammatorio e antidolorifico per i bovini.

Boehringer Ingelheim ha sviluppato meloxicam per uso sia umano, SIA veterinario. Dotato di maggior efficacia a livello di COX-2, rispetto a COX-1, per uso umano viene utilizzato come terapia per l’artrite reumatoide, il dolore lombare acuto e altre affezioni infiammatorie.

E’ stato, poi, lanciato come farmaco antinfiammatorio per cani sotto forma di sciroppo e, successivamente, in formulazione iniettabile per gli animali d’allevamento.

Nel 1998, meloxicam è stato il primo aniinfiammatorio non steroideo, inibitore preferenziale dell’enzima COX-2, ad essere approvato per l’uso nei bovini, prima in Europa, poi nel resto del mondo. Ha forti effetti antiinfiammatori, anti-essudativi, antipiretici, anti-endotossici e analgesici, con un profilo di sicurezza migliorato rispetto ad altre molecole. Inoltre offre l’ulteriore beneficio di avere una lunga durata d’azione.

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*