Boehringer Ingelheim, lavori in corso

28 Agosto, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Boehringer Ingelheim sta conducendo un’importante ridefinizione del suo organigramma.

Allan Hillgrove, un veterano della pharma da 37 anni, responsabile delle attività farmaceutiche e biofarmaceutiche umane, si ritirerà alla fine dell’anno.

Verrà sostituito da Carine Brouillon, in Boehringer Ingelheim dal 2018.

In una dichiarazione, Christian Boehringer, presidente del comitato degli azionisti, ha ricordato che Hillgrove è stato fondamentale nel portare sul mercato i farmaci respiratori e contro il diabete: tra questi Jardiance e Ofev, il farmaco contro la fibrosi polmonare idiopatica.

Nella prima metà di quest’anno, Jardiance ha registrato vendite per 1 miliardo di euro con un incremento del 44,8% rispetto all’anno precedente. Ofev ha incassato invece 677 milioni di euro, con un balzo in avanti del 21,6%.

Nel complesso, Boehringer Ingelheim ha incassato nel primo semestre 9,3 miliardi di euro tra le sue unità farmaceutiche e quella della salute degli animali, con un aumento del 4,6% rispetto all’anno precedente. Il settore farmaceutico umano della società ha incassato da solo 6,8 miliardi di euro.

Hillgrove non è l’unico leader dell’azienda in uscita: Joachim Hasenmaier, che dirige il settore della Animal Health dell’azienda dal 2001, andrà in pensione e si dimetterà dal consiglio di amministrazione del quale è membro.

Hansenmaier è entrato a far parte del consiglio di amministrazione nel 2012 e ha diretto sia il settore dei farmaci per uso veterinario che quello dei consumatori.

Al suo posto ariverà Jean Scheftsik de Szolnok, che sarà al timone dell’area dell’Animal Health ed entrerà a far parte temporaneamente del consiglio di amministrazione. Scheftsik de Szolnok è entrato in BI nel 1987 ed è stato amministratore delegato in Francia a partire da settembre 2017.

Infine, Andreas Neumann si dimetterà dal consiglio il mese prossimo e lascerà l’azienda, che dividerà la responsabilità delle risorse umane tra il CEO Hubertus Von Baumbach e il direttore finanziario Michael Schmelmer. Neumann era in Boehringer Ingelheim da otto anni.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*