Boehringer Ingelheim Italia, il well being si chiama LiberaMente

15 Luglio, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Boehringer Ingelheim Italia lancia “LiberaMente”, un’iniziativa rivolta a tutti i dipendenti, che mira ad incentivare la partecipazione ad iniziative di tipo culturale, dedicate all’intrattenimento e al tempo libero dei collaboratori e delle loro famiglie.

LiberaMente offre la possibilità di acquistare biglietti, fino a un massimo di 150 euro all’anno, per la partecipazione a proposte di tipo culturale come concerti, mostre, spettacoli teatrali o cinematografici, eventi culturali e sportivi, oltre all’ingresso in parchi divertimento o stabilimenti balneari, all’iscrizione a corsi per il tempo libero.

“Oggi più che mai le aziende hanno l’opportunità di svolgere un ruolo sociale fondamentale, ponendosi come attori indispensabili per alimentare un circuito virtuoso di innovazione – afferma Antonio Barge, Head of Human Resources di Boehringer Ingelheim Italia – Le politiche per favorire il benessere dei collaboratori sono un’importante occasione per stimolare il miglioramento organizzativo, con effetti sulla produttività aziendale e occasioni di crescita del contesto socio-economico in cui l’azienda opera. Un ruolo particolare lo ricoprono le opportunità di formazione e i servizi che l’azienda introduce per l’intera famiglia del collaboratore, mettendolo al centro di un processo di valorizzazione del capitale umano e di crescita positiva”.

“Boehringer Ingelheim opera nella salute per migliorare la vita dei pazienti. Per raggiungere questo importante obiettivo per noi è fondamentale applicare un approccio simile alla gestione delle nostre risorse umane con la “persona al centro”, un concetto che si declina su molteplici aspetti, inclusi il benessere e la conciliazione delle responsabilità professionali con la vita oltre il lavoro – aggiunge Antonio Barge – Questo si concretizza in iniziative pensate partendo da esigenze reali, quali un’ampia flessibilità oraria giornaliera, altre modalità di lavoro come il part time e lo smart working -il lavoro da casa, che è esteso a tutti i livelli, compatibilmente con le attività svolte, e senza limiti di giornate usufruibili nel corso dell’anno”.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*