BMS, un Q4 all’insegna di Revlimid

Condividi:
Share

(Reuters) – Grazie alla forte crescita delle vendite di Revlimid – farmaco contro il mieloma multiplo entrato nel portfolio attraverso l’acquisto da 74 miliardi di dollari di Celgene nel 2019 – Bristol Myers Squibb ha visto salire i guadagni nel Q4 oltre le attese degli analisti: i ricavi complessivi del trimestre sono stati di 11,1 miliardi di dollari, a fronte di 10,7 miliardi stimati.

Le vendite di Revlimid hanno superato i 3,3 miliardi di dollari, battendo le stime degli analisti di 200 milioni di dollari.  Ottima anche la performance di Pomalyst, le cui vendite hanno generato incassi per 835 milioni di dollari, oltre le stime degli analisti di circa 40 milioni di dollari.

BMS nel Q4 2020 ha registrato anche una perdita netta di 10 miliardi di dollari, dovuta all’acquisizione di MyoKardia, che si è conclusa a novembre per oltre 13 miliardi di dollari.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento