Biohaven Pharma: efficace vazegepant intranasale nell’emicrania

Condividi:
Share

(Reuters Health) – Due dosi di vazegepant per via intranasale, un farmaco contro l’emicrania acuta della classe degli inibitori CGRP, sarebbero sufficienti a ridurre il mal di testa. È quanto emerge da uno studio pilota condotto da Biohaven Pharmaceutical, che ha messo a punto la terapia.

Il farmaco è stato testato in tre dosaggi diversi. Le due dosi più alte hanno ridotto il dolore, aiutando il paziente a tornare alle sue normali attività entro due ore dalla somministrazione. I risultati positivi consentiranno ora a Biohaven di accelerare il suo programma di sperimentazioni. Probabilmente, infatti, all’azienda basterà presentare una sola prova di efficacia positiva per inoltrare domanda di autorizzazione.

Vazegepant potrebbe generare entrate per 27 milioni di dollari alla fine del 2021 e le vendite potrebbero raggiungere i 431 milioni di dollari entro il 2025. L’azienda è in competizione con Allergan per introdurre sul mercato il primo inibitore CGRP nel trattamento dell’emicrania acuta. La FDA dovrebbe decidere sul trattamento di Allergan per via orale questo mese.

Gli inibitori CGRP per via iniettabile come Aimovig, di Amgen e Novartis, Emgality, di Eli Lilly, e Ajovy, di Teva, hanno recentemente ottenuto l’approvazione nella prevenzione dell’emicrania.

La FDA deve decidere anche sul prodotto più importante di Biohaven nel trattamento dell’emicrania acuta, rimegepant, entro il primo trimestre del 2020. Quest’ultimo, un altro inibitore CGRP, è in sperimentazione per la prevenzione delle crisi.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health industry)

Notizie correlate

Lascia un commento