Bayer: nel Q3 bene Xarelto, male l’animal health

13 novembre, 2018 nessun commento


(Reuters Health) – Con una buona prestazione di Xarelto e una flessione delle vendite nel settore veterinario, oltre che per l’Euro forte che ha pesato sul valore delle vendite all’estero, Bayer ha chiuso l’ultimo trimestre con guadagni stabili, che al netto di interessi, tasse, sconti e ammortamenti (EBITDA), si sono attestati a 2,2 miliardi di Euro.

Xarelto ha contribuito alla performance con 933 milioni di euro, un dato oltre le stime, legato anche allapiù ampia gamma di patologie per le quali è possibile prescrivere il farmaco. Gli utili nel settore dei farmaci veterinari, invece, si sono quasi dimezzati, con guadagni a 44 milioni di euro, principalmente a causa della competizione negli USA.

Monsanto ha pesato meno nel Q3, ma questo aspetto sarebbe dovuto al fatto che solo il 20% circa del margine operativo lordo di questo business viene generato nella seconda metà dell’anno, in virtù della stagionalità dell’agricoltura.

Bayer ha dichiarato che il numero delle persone che hanno fatto causa a Monsanto per il caso degli erbicidi contenenti glifosato è salito a 9.300 dagli 8.700 riportati in precedenza.

L’azienda tedesca ha confermato una previsione di utile per azione per il 2018 in calo a 5,70-5,90 euro rispetto ai 6,64 euro del 2017.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*