Bayer e J&J vincono seconda causa USA su Xarelto

13 giugno, 2017 nessun commento


(Reuters Health) – Nuova vittoria legale per Bayer e Johnson & Johnson per il caso Xarelto. Per la seconda volta la Corte di Giustizia USA ha assolto le due case farmaceutiche dalle accuse relative ai casi di emorragie verificatisi tra i pazienti che hanno assunto l’anticoagulante per via orale. La sentenza, promulgata da un giudice della corte di New Orleans, si riferisce alla causa promossa dal padre di un paziente pediatrico deceduto per arresto cardiaco nel 2015. Questa vittoria, insieme alla prima ottenuta a nel mese di maggio, è tuttavia una goccia nel mare dei 18.000 procedimenti legali avanzati. Secondo chi ha promosso la causa giudiziaria, Xarelto sarebbe pericoloso e le aziende non avrebbero avvertito i pazienti del grave rischio di emorragie irreversibili, soprattutto quando viene somministrato in condizioni di emergenza. Bayer in una dichiarazione pubblica ha affermato che la sentenza chiarisce il profilo si sicurezza ed efficacia del farmaco approvato dall’FDA nel 2011 e considerato una terapia salvavita in grado di ridurre i rischi di trombosi venosa e polmonare nei pazienti con fibrillazione atriale. Johnson & Johnson, dal canto suo, vuole continuare ad affermare la propria non responsabilità nella morte dei pazienti.

Fonte: Reuters Health News

(Versione italiana per Daily Health Industry)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*