Baxter e l’impegno per la Giornata Mondiale della Prematurità

17 novembre, 2017 nessun commento


Il 17 novembre è stata la Giornata Mondiale della Prematurità, ricordata in tutto il mondo attraverso eventi ed attività. Il colore simbolo della Giornata è il viola, tonalità che da sempre rappresenta la prematurità.  A celebrare questa iniziativa a livello internazionale (60 paesi) è l’EFCNI – Fondazione Europea per l’assistenza dei neonati. Baxter a livello globale è partner della Fondazione. Obiettivo comune quello di focalizzare l’attenzione della comunicazione e informazione per raggiungere elevati standard di cura e migliorare le terapie nutrizionali che rappresentano per questi neonati pretermine la condizione per sopravvivere. Nel mondo sono circa 15 milioni i bambini che ogni anno nascono prematuri. In Europa, sono uno ogni dieci. Solo in Italia si parla di 40.000 bambini che nascono prima della 37esima settimana di gestazione, ossia quasi il 7% rispetto di tutte le nascite. Di tutti i nati prematuri nel nostro paese ogni anno, circa 5.000 hanno alla nascita un peso inferiore a 1,5 kg e 1.000 inferiore addirittura al chilo. La nascita pretermine costituisce la principale causa diretta di mortalità neonatale. Nel 75% dei casi si verifica nella prima settimana di vita del neonato. Uno dei problemi principali per questi neonati è quello dell’alimentazione. Quando quella orale o enterale risulta impossibile, insufficiente o controindicata, il ricorso alla nutrizione parenterale (PN) diventa essenziale per sopperire ai fabbisogni nutrizionali di questi piccolissimi pazienti. La nutrizione parenterale fornisce quindi i fluidi, le calorie, le proteine e gli elettroliti di cui necessita il bambino per la crescita.In Italia, Baxter sostiene la Onlus Cuore di Maglia e le sue Ambasciatrici che ogni giorno lavorano come volontarie nelle Unità di Terapia Intensiva Neonatale (TIN) per sostenere le famiglie e gli operatori sanitari. “Forniamo vestiti e copertine ai reparti neonatali degli ospedali italiani, laddove vengono accolti i bambini prematuri, nati anche alla 25esima settimana di gestazione. Il senso della nostra azione è quello di dare un effetto di accoglienza e calore ai neogenitori che si ritrovano per lunghi periodi a gestire un neonato tenuto in vita da sondini e macchina. I materiali realizzati dalla Onlus sono molto apprezzati dalle terapie intensive neonatali apprezzano perché rientrano nel protocollo CARE.” racconta la Presidente della Onlus, Laura Nani. Baxter da circa un anno ha messo a disposizione delle TIN la prima sacca standard pronta all’uso appositamente studiata per la nutrizione parenterale dei nati pretermine. Ad oggi sono circa 350 i bambini pretermine trattati con la soluzione Baxter.
La Onlus ‘Cuore di Maglia’ ha realizzato una copertina ‘Tommy’ appositamente studiata per coprire la sacca e permettere la sua somministrazione fornendo al contempo una coccola al bambino, essendo dotata di apposite fessure posizionate in maniera mirata, per permettere il passaggio dei tubicini.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*