Attualità

L’FDA torna a mettere in guardia sui pericoli relativi all’uso dei farmaci antivirali contro l’epatite C: se da un lato possono migliorare e persino curare i pazienti dall’epatite C, i medicinali in questione hanno mostrato di poter riattivare l’epatite B in pazienti che sono

(Reuters Health) – Novartis ha annunciato di voler chiudere i centri di ricerca in Svizzera e Cina. La decisione è stata presa nell’ambito del piano di razionalizzazione delle spese e per centralizzare il controllo sui programmi di scoperta di nuovi

Recursion Pharmaceuticals avrà a disposizione 12,9 milioni di dollari per il suo approccio computer-driven di sviluppo dei farmaci. L’obiettivo è quello di creare dei modelli di malattia a partire dai profili fenotipici cellulari, per poi testare gli effetti potenziali di

La Corte generale dell’Unione europea ha temporaneamente bloccato la diffusione –  da parte dell’EMA – dei documenti su due farmaci, uno veterinario e l’altro per la distrofia muscolare di Duchenne. L’ente regolatorio europeo già reso noto sul suo sito che farà appello contro le

Le tavolette e i gel omeopatici per la dentizione per bambini e neonati possono provocare effetti collaterali che vanno dagli attacchi epilettici alla letargia, dai problemi respiratori alla debolezza muscolare. L’allerta arriva dall’FDA che invita i consumatori a rivolgersi subito

Dati incompleti, modificati per rispondere meglio a quelli attesi, o addirittura inventati di sana pianta e inviati alle autorità prima ancora di iniziare i test clinici. È quanto emerge da rapporto condotto dalla Food and Drug Administration cinese, secondo cui addirittura l’80% dei trial clinici, i test

Federfarma ha reso noti i dati relativi ai primi sei mesi della spesa farmaceutica 2016. La spesa farmaceutica netta convenzionata SSN ha registrato un calo del -4,7% rispetto al primo semestre 2015, in parallelo a un sensibile aumento della spesa (+8,7%) per farmaci

Le mancate vendite del settore farmaceutico italiano dovute al mercato dei medicinali di contrabbando, causano ogni anno nel nostro Paese perdite fino a 1,59 miliardi di euro, pari al 5% delle vendite dell’industria italiana dei farmaci, cui si aggiunge la perdita di 3.945 posti di

”Finalmente la medicina ‘al femminile’, la cosiddetta medicina di genere, si sta affermando ed oggi nel mondo ci sono 850 farmaci in sviluppo per le patologie che colpiscono di più l’universo femminile”. Lo ha sottolineato il direttore generale di Farmindustria, Enrica Giorgetti, in occasione della

Preferire l’omeopatia alle tradizionali cure farmacologiche. A farlo è un pediatra su 3 e il dato è in continuo aumento. A rivelarlo è un’indagine della Federazione Medici Pediatri (Fimp) che presentata al X congresso nazionale in corso a Pisa. Il sondaggio, in collaborazione con

“Riportare la cultura scientifica nell’agenda politica e del dibattito pubblico nazionale è un tema che mi sta molto a cuore”. A dirlo è il ministro della Salute Beatrice Lorenzin durante il congresso dell’Associazione per la Libertà di ricerca Scientifica Luca Coscioni, di Napoli. Tra

Più 9% tra il 2013 e il 2015. Purtroppo non è il dato del Prodotto Interno Lordo, ma quello della crescita esponenziale della spesa farmaceutica, sia territoriale che ospedaliera, registrata da Aifa e trasmessa a Ministeri di Salute ed Economia

Il Rapporto sulle biotecnologie nel settore farmaceutico scatta una foto nitida: con il 71% degli investimenti, l’industria farmaceutica italiana è sempre più biotech. Negli ultimi 5 anni, infatti, il peso degli investimenti in ricerca e produzione delle aziende del farmaco biotecnologico sul totale

Una casa farmaceutica pubblica europea che spinga la ricerca verso le patologie “che normalmente le grandi compagnie farmaceutiche ignorano perché non sono vantaggiose economicamente”. È questa la richiesta avanzata da Piernicola Pedicin, portavoce al Parlamento europeo del Movimento 5 Stelle, in occasione di una conferenza sulla qualità

Brian McNamara è il nuovo responsabile della divisione Consumer Healthcare di GSK. Prende il posto di Emma Walmsley, che tra qualche mese diventerà ufficialmente CEO di GlaxoSmithKline. McNamara si è unito a GSK lo scorso anno, dopo gli accordi multimiliardari

“La situazione della tutela della Salute in Italia è troppo variegata, con piani vaccinali e accesso ai farmaci diversi da Regione a Regione. La riforma costituzionale interviene in modo sufficiente, ma si poteva fare ancora di più”. Così Massimo Saccabarozzi, presidente di Farmindustria –