Astellas, nuovo headquarter nel cuore di Milano

Condividi:
Share

Antirion, società di gestione del risparmio indipendente, ha perfezionato il contratto di locazione di Astellas Pharma che occuperà una porzione importante di ED.G.E. – Edifici Garibaldi Executive – un complesso di edifici destinato ad uso uffici che è in procinto di nascere dalla riqualificazione dell’immobile di Viale Luigi Sturzo 45, di fronte alla stazione ferroviaria di Porta Garibaldi.

L’edificio con fronte Viale Sturzo sarà il nuovo headquarter italiano di Astellas Pharma che occuperà il terzo piano dell’edificio per un totale complessivo di 1.100 mq.

ED.G.E. è un complesso di tre volumi collegati ma distinti, per una superficie complessiva di quasi 23.000 mq e oltre 120 posti auto coperti. L’edificio che affaccerà su Viale Sturzo sarà di 10 piani, quello su via D’Azeglio, parallelo al cavalcavia Bussa, ne conterrà 7, mentre quello su via Tocqueville ne avrà 5 e nobiliterà uno spazio fino ad oggi trascurato.

“Nel cuore di Porta Nuova si sta formando quello che riteniamo essere un distretto di connessioni positive, dove stanno prendendo casa aziende in grado di ridisegnare il futuro – dice Ofer Arbib, Ceo di Antirion – Fra i nostri conduttori possiamo contare player globali che stanno guidando il cambiamento come Amazon, Axa, Bending Spoon e Oracle. In particolare, il nostro ED.G.E. sta conquistando un ruolo di primo piano per quanto riguarda l’industria farmaceutica; dopo Novartis e Alcon ora anche Astellas Pharma ci ha scelto e la cosa ci rende orgogliosi”.

“Coinvolgimento, condivisione, abbattimento dei muri, comunicazione aperta, autonomia, fiducia e rispetto per l’ambiente. Sono i pilastri della cultura aziendale di Astellas – sottolinea Giuseppe Maduri, Amministratore Delegato di Astellas – che stanno ispirando anche il passaggio alla nostra futura sede, situata in una zona facilmente raggiungibile con mezzi pubblici o ecologici, in linea con il nostro concetto di eco-sostenibilità. La nostra visione del lavoro post-pandemia sarà un modello ibrido, basato su un nuovo concetto di ufficio che passa da spazio produttivo a spazio flessibile per la collaborazione, l’innovazione, l’apprendimento e la socializzazione, con un giusto equilibrio tra il lavoro da remoto e quello in presenza, perché il valore è generato dalle persone indipendentemente dal luogo fisico in cui operano. Il valore creato per i dipendenti crea valore per la stessa azienda. Sono i dipendenti che creano l’Azienda e questo genera un’atmosfera favorevole verso un’azienda intesa come un incubatore di idee e nella quale saremo sempre più interdipendenti”.

Notizie correlate

Lascia un commento