Astellas acquisisce il partner Mitobridge e punta sulla distrofia di Duchenne

5 dicembre, 2017 nessun commento


Astellas ha acquisito il partner Mitobridge per 450 milioni di dollari. La pharma giapponese verserà 225 milioni di dollari in anticipo e altrettanti alla chiusura dell’accordo. Astellas si è legata a Mitobridge per la prima volta nel 2013 per accedere a una serie di prodotti attivi sulla funzione mitocondriale. La partnership riservava ad Astellas un’opzione di acquisto, da esercitare entro cinque anni. La decisione di Astellas di avvalersi di questa opzione si basa sui buoni risultati di MA-2011, un modulatore PPAR-delta che ha superato i test di fase 1 in volontari sani all’inizio di quest’anno. Se tutto andrà come previsto, il candidato sarà testato in pazienti con distrofia muscolare di Duchenne. MA-2011 è progettato per invertire i difetti mitocondriali che contribuiscono alla progressione della distrofia. Nei test preclinici sulle cellule muscolari dei malati di DMD, il prodotto è riuscito a regolare i geni associati all’ossidazione degli acidi grassi, portando a miglioramenti della funzione mitocondriale e nella biogenesi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*