Arcuri: saranno 300 i punti di distribuzione del vaccino Pfizer in Italia

Condividi:
Share

Trecento punti per la distribuzione del vaccino anti-Covid in tutta Italia e l’avvio di un bando per l’acquisto di oltre 100 milioni di siringhe per la somministrazione del siero. L’Italia si prepara alla grande campagna di vaccinazione contro il virus SarsCov2, una delle più grandi che siano mai state messe in atto, come l’ha definita il ministro della Salute Roberto Speranza, mentre il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli bolla come “assolutamente false” le affermazioni secondo cui il Paese “non si sta organizzando”.

In 300 punti disseminati su tutto il territorio nazionale saranno distribuite le prime 3,4 milioni di dosi del vaccino Pfizer, che dalla fine di gennaio dovrebbero consentire di vaccinare 1,7 milioni di italiani.

L’elenco è stato inviato da tutte le Regioni al Commissario per l’Emergenza Domenico Arcuri e comprende sia le strutture ospedaliere in grado di conservare e somministrare il vaccino, sia le Rsa, che verranno servite attraverso le unità mobili.

A consegnare il vaccino nei 300 punti individuati sarà direttamente Pfizer, “per garantirne l’integrità “. Ogni presidio ospedaliero individuato, si legge nella lettera inviata da Arcuri alle Regioni, “dovrà essere in condizione di vaccinare almeno 2mila persone (o più persone, ma con multipli di mille) in 15 giorni”.

Per gli altri vaccini in arrivo destinati a tutte le altre categorie di cittadini “saranno previste modalità differenti di somministrazione, in linea con la ordinaria gestione vaccinale, attraverso una campagna su larga scala” utilizzando anche i drive in oppure – si tratta di ipotesi – anche palazzetti, fiere e palestre, “a partire dalle persone con un elevato livello di fragilità “.

Per quanto riguarda il bando per l’acquisto di oltre 100 milioni di siringhe, le aziende avranno 15 giorni di tempo dalla pubblicazione della richiesta per presentare le offerte e a quel punto ci sarà la selezione.

Notizie correlate

Lascia un commento