Amgen, una campagna sulla psoriasi. Le emozioni dei pazienti in una graphic novel

Condividi:
Share

La psoriasi non è solo una malattia della pelle. Spesso è accompagnata da un pesante vissuto emotivo che ha ripercussioni importanti sulla qualità di vita e di cura dei pazienti.

Da queste considerazioni prende le mosse la campagna Psoriasi visibile – Impatto invisibile – Guardiamo oltre le apparenze che mira a ridefinire la percezione della malattia che colpisce corpo e psiche e rinsaldare l’alleanza medico-paziente.

La campagna è promossa da Amgen con ADIPSO – Associazione per la Difesa degli Psoriasici, ADOI – Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani e SIDeMaST – Società Italiana di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmissibili, e parte dalle evidenze dello studio del 2019 presentato al Congresso 2019 dell’European Association of Dermatology and Venereology ,secondo cui il 77% delle persone affette da psoriasi manifesta disturbi di ansia, soprattutto nella forma moderata-severa.

Svelare i risvolti psicologici e condividerli anche con i dermatologi significa aiutare i pazienti a riconquistare la fiducia nella relazione con il proprio medico e migliorare la qualità del percorso di cura. I pazienti, fino al prossimo 30 settembre, possono condividere le loro esperienze di convivenza con la malattia sul sito della campagna www.impattoinvisibile.it.

Al termine della raccolta una giuria composta da rappresentanti dell’Associazione pazienti, delle Società Scientifiche e da giornalisti, selezionerà la storia che più è in grado di ispirare una narrazione per una graphic novel; un mezzo dal forte potere empatico che trasponendo il vissuto emotivo del paziente su carta, grazie a Sergio Algozzino, uno dei più apprezzati illustratori italiani, potrà aiutare i pazienti a far affiorare il lato invisibile della propria malattia.

Amgen, con un’esperienza ventennale nell’area delle malattie infiammatorie, è in ascolto delle esigenze dei pazienti affetti da psoriasi e conosce l’impatto che questa malattia può avere anche a livello psicologico.
Per questa ragione ha deciso di promuovere, attraverso la campagna Psoriasi visibile – Impatto invisibile – Guardiamo oltre le apparenze, un approccio alla cura che, oltre a far leva su soluzioni terapeutiche innovative, dedica particolare attenzione al vissuto del paziente e all’insieme delle sue esigenze.

“Nelle malattie infiammatorie come in ogni altra area terapeutica, Amgen concentra il proprio impegno sull’intero percorso di cura del paziente – commenta Maria Luce Vegna, Executive Medical Director di Amgen Italia – Nella psoriasi gli effetti psicologici sono in grado di condizionare la qualità di vita e il percorso terapeutico dei pazienti, che tendono ad allentare le relazioni con lo specialista e perdere fiducia nella terapia. Con questa campagna, che solleva l’attenzione verso il disagio provato dal paziente, intendiamo sollecitare un suo approccio positivo nel percorso terapeutico, favorendo un efficace rapporto con il dermatologo, da sviluppare anche attraverso gli strumenti che le tecnologie digitali ci mettono oggi a disposizione”.

Sul sito web www.impattoinvisibile.it sono disponibili tutte le risorse della campagna per medici e pazienti: informazioni sulla patologia, il suo impatto psicologico, la mappa dei centri specialistici, le opportunità terapeutiche; la sezione per partecipare al contest e il video di presentazione della campagna, con la testimonianza di una paziente e le sue emozioni tradotte in immagini da Sergio Algozzino. A partire dal mese di settembre saranno disponibili sul sito tutte le informazioni sui giorni e gli orari delle attività di teleconsulto. La campagna sarà promossa attraverso i canali social dei partner dell’iniziativa.

Notizie correlate

Lascia un commento