Amgen: bene il Q4, ma per il 2019 abbassa le stime

Condividi:
Share

(Reuters Health) – Grazie all’aumento delle vendite e alla riduzione delle tasse, Amgen ha superato le aspettative del quarto trimestre 2018.

Aumenta però la concorrenza sui suoi farmaci più datati e, sotto la spinta di Wall Street, la pharma abbassa le stime.

Per il 2019, infatti, Amgen prevede guadagni tra 13,10 e 14,30 dollari per azione, con ricavi tra 21,8 e 22,9 miliardi di dollari, mentre gli analisti di Wall Street prevedono guadagni, in media, di 14,61 dollari per azione, pari a 22,9 miliardi di dollari.

E i motivi di questa differenza sarebbero dovuti proprio alla concorrenza di altri farmaci, come ha spiegato il CFO David Meline che ha citato, in particolare, Sensipar ed Enbrel, oltre a ricordare il problema dei prezzi dei farmaci da prescrizione negli USA.

Per quel che riguarda invece i dati dell’ultimo trimestre 2018, Amgen ha registrato utili aggiustati a 3,42 dollari per azione, superando le aspettative di 15 centesimi.

Inoltre, le entrate del trimestre sono aumentate del 7% a 6,23 miliardi di dollari, superando anche in questo caso le previsione di 5,84 miliardi di dollari.

Le vendite nell’ultima parte del 2018 sono state trainate soprattutto dall’antitumorale Kyprolis, da Repatha e dal trattamento per l’osteoporosi Prolia.

Inoltre, le vendite del farmaco per prevenire l’emicrania Aimovig, primo della sua classe, sono arrivate a 95 milioni di dollari nel trimestre, quasi il doppio rispetto ai 50 milioni di dollari previsti dagli analisti.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento