Amarin: Pfizer, Amgen e Gilead fra i corteggiatori

2 Dicembre, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

Amarin torna al centro dell’attenzione di eventuali operazioni finanziarie. Con la decisione della FDA sull’espansione dell’etichetta del suo derivato omega-3 Vascepa attesa per fine dicembre, infatti, diverse aziende farmaceutiche potrebbero essere interessate ad acquistare la società, che attualmente vale circa 21 dollari per azione.

Vascepa, dall’analisi di studi sugli esiti cardiovascolari, sarebbe in grado di ridurre del 25% il rischio di eventi cardiovascolari ‘maggiori’ rispetto alle statine da sole. Risultati che sono stati confermati da analisi di imaging prodotte da Amarin all’inizio di questo mese, che hanno evidenziato proprio come Vascepa sia in grado di rallentare la progressione dell’accumulo di placca aterosclerotica. Questi dati potrebbero dare la possibilità, così, al farmaco di arrivare allo status di blockbuster.

Ed ecco dunque che Amarin potrebbe diventare l’obiettivo di una grande acquisizione. Le voci di un’acquisto, in realtà, non sono una novità, ma la scorsa settimana, l’acquisizione da parte di Novartis di MedCo e del suo candidato PCSK9 inclisiran potrebbe essere stata la prima mossa nel campo cardiologico dell’azienda svizzera. E la possibile lista di pretendenti è in continua espansione. Tra le Big del farmaceutico interessate potrebbero esserci Pfizer ed Amgen, oltre a candidati più defilati come Gilead.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*