Amarin: nel Q4 previsione superate con Vascepa

Amarin: nel Q4  previsione superate con Vascepa
Condividi:
Share

(Reuters Health) – Grazie alla forte domanda di Vascepa, il farmaco derivato dall’olio di pesce che ha di recente avuto l’ok della FDA all’indicazione in etichetta dei benefici cardiaci, Amarin ha battuto le stime dei ricavi nel Q4 dello scorso anno. A evidenziarlo è stata la stessa azienda americana ieri.

La società ha registrato un utile netto di 7,1 milioni di dollari, o due centesimi per azione, nell’ultimo trimestre del 2019, rispetto a una perdita di 33,6 milioni di dollari, o 11 centesimi per azione, di un anno prima. I ricavi totali sono aumentati dell’85% a 143,3 milioni di dollari, battendo le stime degli analisti di 136 milioni di dollari.

Vascepa è stato approvato nel 2012 per ridurre l’ipertrigliceridemia. Con il recente ampliamento delle indicazioni in etichetta, però, l’azienda sta cercando di entrare in un mercato di 15 milioni di americani, dal momento che il trattamento viene commercializzato per ridurre la possibilità di infarti e ictus nei pazienti ad alto rischio.

Amarin, che ha raggiunto una buona copertura assicurativa con i piani Medicare negli USA, ha dichiarato che il suo progetto di raddoppiare la forza vendite in America a 800 rappresentanti dovrebbe essere completato all’inizio di quest’anno. L’azienda si aspetta inoltre di cominciare a mandare gli spot TV in USA per i pazienti a metà del 2020, dopo la revisione da parte dell’autorità regolatoria.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*