Allergan: è Botox il competitor dei CGRP nell’emicrania

Condividi:
Share

La scorsa settimana, il CEO di Allergan, Brent Saunders, ha detto agli investitori che Botox “continua a essere molto venduto” come farmaco contro l’emicrania nonostante l’arrivo di tre prodotti della nuovissima classe CGRP. Ma esattamente quanto vale la tossina botulinica in questo ambito terapeutico?

I dirigenti della pharma con sede a Dublino hanno detto agli analisti di Bernstein che la quota di mercato di Botox contro l’emicrania è pari a quella del gruppo dei nuovi arrivati, che comprende Amim e Aimovig di Novartis, Ajovy di Teva ed Emgality di Eli Lilly.

Ma gli analisti sono scettici. La statistica “suona strana”, ha scritto in una nota ai clienti Ronny Gal, di Bernstein. Per questo motivo sia lui che i suoi colleghi hanno chiesto a Allergan di confermare i dati. E così è stato.

“Quello che abbiamo visto finora è che il mercato è diviso al 50% tra Botox e mAbs CGRP- ha risposto Allergan – Circa il 6% dei pazienti in cura con Aimovig sta ora utilizzando anche Botox”.

Gal, a sua volta, ha osservato che sembra “improbabile che Botox stia conquistando pazienti alla stessa velocità della nuova classe di farmaci. Ma se i pazienti scelgono Botox dopo aver consultato il loro medico, “ciò costituirebbe un significativo balzo in avanti delle aspettative di Botox per il 2019”.

Gli investitori non sono stati molto entusiasti dei risultati di Botox nel corso dell’ultimo anno. Questa è una delle ragioni per cui le azioni di Allergan sono scese.

 

Notizie correlate

Lascia un commento