Actelion-Johnson & Johnson, è fatta. Accordo chiuso a 30 mld di dollari

26 gennaio, 2017 nessun commento


Mancava l’ufficialità e ora è arrivata. J&J ha rilevato Actelion per 30 miliardi di dollari e 280 dollari ad azione. In virtù dell’accordo Actelion girerà la sua unità di ricerca sui farmaci e i suoi nuovi prodotti a una nuova Biopharma svizzera, la “R & S NewCo”. Johnson & Johnson avrà il 16% della Biotech, con un’opzione per un ulteriore 16%. L’azienda del New Jersey ha anche ottenuto un’opzione per il prodotto contro l’ipertensione ACT-132577. La NewCo sarà guidata dall’attuale squadra di Actelion, incluso il fondatore e CEO Jean-Paul Clozel, che mantiene la carica, e Jean Pierre Garnier, attuale presidente di Actelion, diventerà presidente di R&D NewCo.  La R&D NewCo si occuperà di piccole molecole mirate alle patologie cardiovascolari, del sistema nervoso centrale, del sistema immunitario, svolgendo la sua attività presso l’unità dedicata alle scoperte farmaceutiche della Actelion nella sede di Allschwil, in Svizzera. La pipeline attuale in fase 3 di Actelion e R&D NewCo comprende un trattamento per la diarrea associata a Clostridium difficile e il candidato ponesimod, contro la sclerosi multipla, attualmente nell’ultima fase di studio. Altri candidati in mild stage di sviluppo sono il cenerimod contro il lupus, un antagonista del recettore dell’endotelina per il trattamento di disturbi in ambito cardiovascolare e un duplice antagonista del recettore orexina contro l’insonnia. Altri prodotti contro la malattia di Fabry e disturbi neurologici, non specificati, sono in fase iniziale di sperimentazione.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*