Accesso ai farmaci: accordo Novartis-Ruanda per malattie non trasmissibili

30 novembre, 2016 nessun commento


Forniture di medicinali a costi contenuti per il Governo del Ruanda, grazie a un accordo con ‘Novartis Access’, programma con cui il Gruppo Novartis contribuisce alla lotta contro le malattie croniche nei Paesi a basso reddito. Lo ha annunciato la multinazionale di Basilea, ricordando che l’accordo col Ruanda arriva dopo quelli già stipulati con Kenya ed Etiopia.  L’Intesa “è parte integrante della strategia del Governo ruandese – precisa una nota – tesa ad aumentare gli investimenti nella prevenzione, diagnosi e cura delle malattie non trasmissibili”, responsabili ogni anno nei Paesi a basso reddito della morte di 28 milioni di persone.

Il programma Novartis Access
Novartis Access possiede un portfolio di 15 medicinali (coperti e non coperti da brevetto) per la cura delle principali malattie croniche, che viene offerto a governi e clienti del settore pubblico nei Paesi a basso reddito, al prezzo di un dollaro al mese per trattamento. Dal lancio del programma (settembre 2015) in Kenya, Etiopia e Libano sono stati distribuiti oltre 100 mila trattamenti mensili. In Kenya sono state avviate attività per l’implementazione dello screening e la diagnosi di diabete e ipertensione. Il programma dovrebbe essere esteso in oltre 10 Paesi. In preparazione della fase finale di avviamento del progetto sono state presentate alle autorità sanitarie di 19 Paesi domande di approvazione regolatoria per 312 prodotti.  “Novartis è impegnata a fornire farmaci a prezzi accessibili ai Paesi a basso reddito ma l’accessibilità economica è solo la punta dell’iceberg – afferma Joseph Jimenez, CEO della multinazionale con sede a Basilea -. Per poter affrontare su scala adeguata le cause fondamentali dei problemi sanitari in questi Paesi, è necessario che i governi e le ONG collaborino con le aziende per integrare le competenze e le risorse del settore privato. Questo non è solo auspicabile: è essenziale”.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*