AbbVie: accordo con Regenxbio su terapia contro malattie croniche della retina

Condividi:
Share

(Reuters) – AbbVie pagherà 370 milioni di dollari in anticipo a Regenxbio in un accordo per sviluppare e vendere una terapia genica sperimentale per il trattamento delle malattie croniche della retina.
Regenxbio, che potrebbe ricevere fino a 1,38 miliardi di dollari di pagamenti al raggiungimento di alcuni traguardi chiave, sta attualmente testando il candidato RGX-314, somministrato sotto la retina, in uno studio in fase avanzata nel trattamento una tantum per la degenerazione maculare senile (AMD – age-related macular degeneration) umida, un disturbo che porta a una visione offuscata.

L’azienda prevede di avviare una seconda sperimentazione entro la fine dell’anno, trial che dovrebbe portare poi alla richiesta di commercializzazione del prodotto negli USA entro il 2024, mentre RGX-314 è in studio anche nei pazienti con AMD umida e retinopatia diabetica in sperimentazioni separate di fase intermedia, attraverso una diversa via di somministrazione.

Nell’ambito dell’accordo, Regenxbio sarà responsabile del completamento degli studi in corso di RGX-314 e condividerà i costi di ulteriori fasi di sperimentazione con AbbVie fino alla fine del 2022, dopodiché AbbVie sarà responsabile della maggior parte dei costi di sviluppo. Le due società, comunque, hanno sottolineato che condivideranno i profitti dalle vendite negli USA, con Regenxbio che riceverà royalties sulle vendite al di fuori degli Stati Uniti.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Daily Health Industry)

Notizie correlate

Lascia un commento