Abbott Labs, azioni al massimo storico nel Q2

18 Luglio, 2019 nessun commento


Condividi:
Share

(Reuters Health) – Con un aumento di quasi il 64% delle vendite del dispositivo di monitoraggio della glicemia FreeStyle Libre, Abbott Laboratories ha superato le stime degli analisti e ha alzato le previsioni per l’intero anno. Ad annunciarlo è stata la stessa azienda americana. Le azioni sono così salite del 4%, raggiungendo il massimo storico di 86,59 dollari.

Abbott punta tutto sul dispositivo di monitoraggio del glucosio e sta lavorando a versioni più aggiornate. Il sistema, che aiuta i diabetici a monitorare i livelli di zucchero nel sangue senza dover prelevare il sangue capillare, è usato da oltre 1,5 milioni di persone in tutto il mondo.

Il dispositivo di nuova generazione, FreeStyle 2, già approvato in Europa, è ora in fase di revisione da parte degli USA. E Abbott si sta preparando ad aumentare la capacità produttiva dell’apparecchio dalle tre alle cinque volte. Il CEO, Miles White, ha dichiarato che secondo lui le vendite di Libre potrebbero raggiungere un fatturato annuo di cinque miliardi di dollari “in un tempo ragionevole”. Le vendite di Libre potrebbero raggiungere gli 1,5 miliardi di dollari quest’anno.

Abbott si sta concentrando anche su un altro driver di crescita, MitraClip, il dispositivo usato per la riparazione di valvole cardiache le cui vendite sono salite del 26,7% a 169 milioni di dollari nel trimestre.

Le vendite di FreeStyle Libre, invece, sono aumentate del 63,9% a 433 milioni di dollari nel secondo trimestre di quest’anno. Mentre le vendite totali dell’unità del diabete sono aumentate del 28,2% e hanno aiutato la divisione dispositivi medicali di Abbott a registrare un aumento del 6,4%, con entrate a 3,08 miliardi di dollari.

Abbott ha così deciso di aumentare le previsioni per il 2019 a livello di utili rettificati a 3,21 – 3,27 per azione dai precedenti 3,15 – 3,25 dollari per azione. Gli utili netti della società sono aumentati del 37% a un miliardo di dollari nel secondo trimestre.

L’azienda americana ha guadagnato 82 centesimi per azione, oltre le stime degli analisti che si attestavano a 80 centesimi. Le vendite sono salite del 2,7% a 7,98 miliardi di dollari, sfiorando le stime degli analisti di 8 miliardi di dollari.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry)

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*